Sfogliato da
Categoria: La stanza di Valeria

In questo spazio la luce è quasi sempre soffusa.

Difficilmente le lampade sono accese; solitamente le uniche fonti di luce sono una serie (tipo quelle di Natale) che incornicia il letto e un abatjour ricaricabile da lettura. Chi entra esclama con sarcasmo: “Ma qui è Natale tutto l’anno?”.

La risposta è “Sì! Christmas is a state of mind”.

In un angolo gira un disco. I vinili si trovano in una cassettina di legno della frutta evidentemente riconvertita. 

Sul comodino ci sono un tablet, gli auricolari senza fili, un libro di cronaca nera.

La tv, attaccata alla parete con una staffa, è quasi sempre accesa nelle ore serali. Qui si divorano in streaming serie tv di ogni genere e documentari true-crime, ma si guardano anche programmi della televisione generalista come Un giorno in pretura, Chi l’ha visto, Matrimonio a prima vista, Amici di Maria.
Febbraio è un mese speciale: c’è Sanremo, un evento imperdibile per chi come me ha lavorato tanti anni in televisione come redattrice. 

Gli auricolari sono indispensabili per immergersi nell’ascolto dei podcast. Il primo giorno del mese è sempre bello, perché Stefano Nazzi esce con una nuova puntata di Indagini. That’s all folks! 

Cambiare vita, cambiare città

Cambiare vita, cambiare città

“Rimpatriati” compie un anno Lo scorso 9 maggio è uscito il primo articolo di questa rubrica a me tanto cara, in cui ho intervistato persone che, andate via dalla città di nascita, a un certo punto della loro vita, hanno deciso di tornarvi. Ho scelto di affrontare questo tema, perché anche io faccio parte di questa categoria di persone: sono andata via dalla mia città di origine giovanissima – avevo una ventina d’anni – prima per studiare e poi per…

Leggi tutto Leggi tutto

Mirò è in mostra al Palazzo della Cultura di Catania

Mirò è in mostra al Palazzo della Cultura di Catania

L’inizio è qualcosa di immediato, è la materia a decidere Mirò A Catania, presso la sede del Palazzo della Cultura fino al 7 luglio 2024  sarà possibile visitare “Miró – La gioia del colore”,  una mostra dedicata all’artista surrealista a cura di Achille Bonito Oliva in collaborazione con MaïthéVallès- Bled e Vincenzo Sanfo.  “Miró – La gioia del colore” espone un centinaio di opere – dipinti, tempere, acquerelli, disegni grafici, tessuti, libri, fotografie, copertine di album e documenti – che coprono un arco temporale di circa sessant’anni e…

Leggi tutto Leggi tutto

La valigia sempre pronta: una rassicurante coperta di Linus

La valigia sempre pronta: una rassicurante coperta di Linus

“Rimpatriati”: la storia di Angela Il mio pentimento è abbastanza ricorrente, però non me ne vado mai. Sono sempre un po’ insofferente. Non so ancora quale è il mio posto. Ho la valigia facile. Angela Io e Angela abbiamo appuntamento in un bar di Trani, che si trova proprio davanti al porticciolo turistico. In questa giornata primaverile ci sono anche delle barche a vela che lasciano il porto e che mi fanno pensare alle partenze, ai viaggi e ai ritorni….

Leggi tutto Leggi tutto

“Tu”: il nuovo romanzo di Alan Magnetti

“Tu”: il nuovo romanzo di Alan Magnetti

“Alan Magnetti è Magnettico, perché, a differenza del magnetismo che attacca i metalli, il Magnettismo invece attacca gli esseri umani.”   Elio degli “Elio e le Storie Tese” Alan Magnetti, scrittore piemontese visionario ed eccentrico, pubblica il suo sesto romanzo intitolato “TU”, a cura di Capponi Editore. La narrazione è particolarissima perché si svolge alla seconda persona singolare, il “tu” del titolo. Al lettore è richiesto di perdere la propria identità per vivere le storie dei personaggi che abitano il romanzo. Assorto nella…

Leggi tutto Leggi tutto

“Il lunedì mi fa male dalla scuola elementare”

“Il lunedì mi fa male dalla scuola elementare”

Quando ero ragazza, incipit che già mi fa tremare il cuore, perché presuppone che non lo sia più, avevo uno stile di vita completamente diverso da ora. La mia routine settimanale prevedeva uscite serali frequentissime, cene etniche, concertini, aperitivi, rientri successivi alla mezzanotte. Insomma non mi sono mai sentita una Cenerentola. Lunedì sera alla discoteca, martedì sera alla discoteca, mercoledì che mal di testa ma sono andato alladiscoteca, giovedì sera alla discoteca, venerdì sera non volevo andarci ma Fabio è…

Leggi tutto Leggi tutto

Se Milano avesse il mare sarebbe come una piccola Trani?

Se Milano avesse il mare sarebbe come una piccola Trani?

“Rimpatriati”: la storia di Francesca Ho avuto difficoltà nelle piccole cose: non sapevo che alcuni negozi avessero chiuso, non ricordavo i nomi delle strade, cose così. Per il resto mi sono goduta il vivere lento di Trani, le passeggiate terapeutiche al mare, l’aria pulita. È stato un ricongiungimento con la mia vita. Francesca Io e Francesca ci conosciamo da qualche anno. Lei stava insieme a una mia amica di infanzia. Poi, come spesso accade, loro si sono lasciate e noi…

Leggi tutto Leggi tutto

Domenica è di nuovo il mio giorno preferito

Domenica è di nuovo il mio giorno preferito

La domenica “non ci sono sveglie”, come recita il desktop del mio telefono: la modalità pigiama party è rigorosamente on. Io e il mio letto siamo BFF, best friends forever, e questo è il lato positivo di questo giorno meraviglioso. Tuttavia la domenica è stata anche il giorno del vuoto assoluto e del pessimismo cosmico. In questa giornata senza impegni si sono fatte spesso largo dentro di me riflessioni su ciò che è e che è stato. Sono certa che…

Leggi tutto Leggi tutto

Una vita tra flamenco e lettere classiche

Una vita tra flamenco e lettere classiche

“Rimpatriati”: la storia di Fran Sono sempre stato onesto con me stesso. Io avevo chiaro nella mente che se volevo fare il musicista dovevo rinunciare a una vita fatta di routine e di stabilità economica. Non avrei mai avuto i benefit di chi ha uno stipendio fisso. In spagnolo si dice “Pan para hoy, y hambre para mañana” che significa “pane per oggi e fame per domani”. Fran Io e Francesco abbiamo appuntamento in un bar centrale di Molfetta alle…

Leggi tutto Leggi tutto

Il parental control negli anni ’90

Il parental control negli anni ’90

Sono una mamma e tra le varie questioni su cui mi interrogo quotidianamente c’è quella dei contenuti video nei quali mia figlia potrebbe incappare. La mia ossessione per il parental control mi ha spinta a installare YouTube Kids e a creare un apposito account della bimba su Netflix e Prime Video. Inoltre, seppur non vorrei sembrare psicopatica, devo confessare che guardo almeno due puntate del prodotto audiovisivo da sottoporre a mia figlia per fare il controllo qualità. Ho chiesto ai…

Leggi tutto Leggi tutto

Icons: la mostra con le più celebri fotografie di Elliot Erwitt

Icons: la mostra con le più celebri fotografie di Elliot Erwitt

Elliott Erwitt Icons è la mostra che racchiude l’intera vita professionale e artistica di Elliot Erwitt, le sue fotografie più iconiche, emblematiche e popolari a livello internazionale.Icons è la prima esposizione che rende omaggio a Erwitt dopo la scomparsa avvenuta lo scorso 29 Novembre 2023, all’età di 95 anni. Chi era Elliot Erwitt? Nato a Parigi nel 1928 da genitori russi, Erwitt ha trascorso la sua infanzia a Milano. A dieci anni si è trasferito prima in Francia e infine negli…

Leggi tutto Leggi tutto