Sfogliato da
Tag: interviste

“Ho trovato il mio amore nei giorni più bui”

“Ho trovato il mio amore nei giorni più bui”

I found my love in the darkest days in the place I could never imagine being. And here we are, dreaming for our best future together. C’è del bello in questa storia. Si tratta di una storia d’amore, e l’amore è sempre bello. Inoltre, questa è una storia che trascende la guerra. Evgeniia Molodykh ha 36 anni, cuce corsetti dal 2006 (da “metà della sua vita” direbbe lei), e ed è russa. Quando, nel 2022 il suo Paese ha iniziato…

Leggi tutto Leggi tutto

Cambiare vita, cambiare città

Cambiare vita, cambiare città

“Rimpatriati” compie un anno Lo scorso 9 maggio è uscito il primo articolo di questa rubrica a me tanto cara, in cui ho intervistato persone che, andate via dalla città di nascita, a un certo punto della loro vita, hanno deciso di tornarvi. Ho scelto di affrontare questo tema, perché anche io faccio parte di questa categoria di persone: sono andata via dalla mia città di origine giovanissima – avevo una ventina d’anni – prima per studiare e poi per…

Leggi tutto Leggi tutto

La valigia sempre pronta: una rassicurante coperta di Linus

La valigia sempre pronta: una rassicurante coperta di Linus

“Rimpatriati”: la storia di Angela Il mio pentimento è abbastanza ricorrente, però non me ne vado mai. Sono sempre un po’ insofferente. Non so ancora quale è il mio posto. Ho la valigia facile. Angela Io e Angela abbiamo appuntamento in un bar di Trani, che si trova proprio davanti al porticciolo turistico. In questa giornata primaverile ci sono anche delle barche a vela che lasciano il porto e che mi fanno pensare alle partenze, ai viaggi e ai ritorni….

Leggi tutto Leggi tutto

“Tu”: il nuovo romanzo di Alan Magnetti

“Tu”: il nuovo romanzo di Alan Magnetti

“Alan Magnetti è Magnettico, perché, a differenza del magnetismo che attacca i metalli, il Magnettismo invece attacca gli esseri umani.”   Elio degli “Elio e le Storie Tese” Alan Magnetti, scrittore piemontese visionario ed eccentrico, pubblica il suo sesto romanzo intitolato “TU”, a cura di Capponi Editore. La narrazione è particolarissima perché si svolge alla seconda persona singolare, il “tu” del titolo. Al lettore è richiesto di perdere la propria identità per vivere le storie dei personaggi che abitano il romanzo. Assorto nella…

Leggi tutto Leggi tutto

Se Milano avesse il mare sarebbe come una piccola Trani?

Se Milano avesse il mare sarebbe come una piccola Trani?

“Rimpatriati”: la storia di Francesca Ho avuto difficoltà nelle piccole cose: non sapevo che alcuni negozi avessero chiuso, non ricordavo i nomi delle strade, cose così. Per il resto mi sono goduta il vivere lento di Trani, le passeggiate terapeutiche al mare, l’aria pulita. È stato un ricongiungimento con la mia vita. Francesca Io e Francesca ci conosciamo da qualche anno. Lei stava insieme a una mia amica di infanzia. Poi, come spesso accade, loro si sono lasciate e noi…

Leggi tutto Leggi tutto

Una vita tra flamenco e lettere classiche

Una vita tra flamenco e lettere classiche

“Rimpatriati”: la storia di Fran Sono sempre stato onesto con me stesso. Io avevo chiaro nella mente che se volevo fare il musicista dovevo rinunciare a una vita fatta di routine e di stabilità economica. Non avrei mai avuto i benefit di chi ha uno stipendio fisso. In spagnolo si dice “Pan para hoy, y hambre para mañana” che significa “pane per oggi e fame per domani”. Fran Io e Francesco abbiamo appuntamento in un bar centrale di Molfetta alle…

Leggi tutto Leggi tutto

Puglia o Campania: questo è il dilemma

Puglia o Campania: questo è il dilemma

“Rimpatriati”: la storia di Teresa A un certo punto Vito decide di nascere prematuramente e viene ricoverato in Tin. Durante la notte i miei genitori e mio fratello sono corsi in Campania per assisterci e darci una mano con Chiara. Sono stati giorni difficilissimi. Lì si è rotto qualcosa. Fino ad allora ci eravamo sentiti invincibili, ma questo evento ci ha fatto capire che con la famiglia vicino alcune cose potrebbero essere più semplici e di conforto. Teresa Io e Teresa…

Leggi tutto Leggi tutto

Madrid: l’ombelico del mondo

Madrid: l’ombelico del mondo

“Rimpatriati“: la storia di Maria Cristina I miei genitori mi hanno dato le ali per andare e le radici per tornare. Io sono figlia unica e mia madre avrebbe potuto comportarsi da mamma chioccia, tenermi qui e io non sarei mai diventata quella che sono. Uscire dalla propria zona di comfort è un’esperienza estremamente educativa che ti fa diventare donna. Maria Cristina Io e Maria Cristina ci diamo appuntamento in un bar nel tardo pomeriggio. Come al solito arrivo prima…

Leggi tutto Leggi tutto

Quando nasce l’amore su un volo Roma-Bari

Quando nasce l’amore su un volo Roma-Bari

“Rimpatriati”: la storia di Claudia Di uguale ci sono solo io, ma mentre lo dico mi chiedo se sia davvero così. Anzi me lo chiedo spesso: cosa c’è di uguale nella Claudia di 20 anni fa con gli auricolari sul bus 310, la Claudia di 30 anni in giro per studi televisivi e set e la Claudia di oggi, a 40 anni, che si barcamena tra due bambini e una vita professionale da costruire giorno dopo giorno. Non lo so, forse solo le intenzioni: di fare bene, di non deludere, di volermi bene….

Leggi tutto Leggi tutto

Dalla Svizzera a Lecce: trasferirsi in Puglia

Dalla Svizzera a Lecce: trasferirsi in Puglia

“Rimpatriati”: la storia di Bruno La mia idea, da che me ne possa ricordare, è sempre stata di tornare a Lecce. Mi sono sempre sentito pugliese. Pur vivendo lì non mi sono sentito mai svizzero. Bruno Bruno è un uomo dall’età non definibile. Ha i capelli brizzolati e porta la barba. Dietro la montatura degli occhiali da vista i suoi occhi sorridono per la maggior parte del tempo. Ha uno sguardo amichevole, quando posa la sua classica cartella in pelle…

Leggi tutto Leggi tutto